Armine Harutyunyan, la modella Gucci originaria di Bisaccia

Anche la modella Armine Harutyunyan è irpina, precisamente è originaria di Bisaccia dove ancora vive una sua vecchia zia che vuole rimanere anonima.

I nonni di Armine, avevano infatti un bar nel comune altirpino e scrivevano poesie sul paesaggio desolante bisaccese. Non sarebbe dunque un puro caso l’assonanza con il Poeta Nazionale Arminio.

Irpinia nel mondo.

Svelata l’identità di Banksy: “È Giuseppe De Mita”.

Lo scoop di Irpinia Paranoica sta rimbalzando da stamattina sui social. Molte testate infatti stanno riportando la notizia che conferma il genio contenuto nei geni dei De Mida, la famiglia reale di Nusco.

Festa a Nusco. Si prevedono maxi finanziamenti per un nuovo festival della street art.

Il nostro informatore ha voluto rimanere anonimo ma ha dichiarato: “Era tutto un piano di marketing architettato dal Grande G per ottenere più consensi alle regionali del 2020”.

Il calendario del panico – gli incontri estivi con Irpinia Paranoica

In occasione dell’uscita del secondo volume della trilogia paranoica, Lezioni di panico (Edizioni Artestampa, Modena, 2020), Irpinia paranoica incontra i propri fan con una serie di eventi. Vi invitiamo a partecipare e ad esternare le vostre inquietudini, il vostro dramma esistenziale, i vostri attacchi di panico quotidiani in una sorta di simposio letterario-alcolico.

Ecco le date del tour:

19 luglio ore 19:30 – centro studi Giordano Bruno – Castelfranci

23 luglio ore 19:00 – La Posta – Grottaminarda

31 luglio ore 21:00 – Bar La Controra – Montella

1 agosto ore 19:30 – Casina del Principe – Avellino (ospite di Flc Cgil ed Arci)

2 agosto ore 19:30 – Bar San Bernardino – Lioni

7 agosto ore 19:30 – Piscina di Teora – Teora

8 agosto ore 19:00 – Naima la libreria nel Ludovico – Montemiletto

9 agosto ore 19:30 – Bar Zetaquadro – Zungoli

16 agosto ore 19:30 – Da Ngiulino a Cairano – Cairano

Date da confermare:

Festa dell’Unità – Nusco

Sponz fest 2020 – Calitri

Irpinia, avvistati due liocorni a Laceno. Domani il servizio di Barbara D’Urso.

BAGNOLI IRPINO – I due liocorni avvistati a Laceno in mattinata da un nostro inviato, saranno ospiti della trasmissione pomeridiana di Barbara D’Urso. Non è il primo avvistamento di animali esotici in Irpinia, dopo la pantera e il pitone non potevano mancare i due liocorni. L’estate irpina inizia in modo scoppiettante e prevediamo un arrivo straordinario di turisti da tutto il mondo.

La “Prima Sagra della Pantera” si terrà a luglio a Campo di Nusco.

Dopo la cattura della pantera era inevitabile pensare a una sagra. Entra infatti di diritto tra i prodotti podolici irpini DOP, abbinata a dell’ottimo caciocavallo impiccato da condire con tartufi di Bagnoli Irpino.

Tutto è bene ciò che finisce in sagra.

In Irpinia le mascherine che ritraggono Ciriaco De Mita.

Sono spuntate fuori in giornata delle mascherine che ritraggono Ciriaco De Mita. Con tutta probabilità si sarebbero iniziate a diffondere da Nusco per poi propagarsi in ogni angolo dell’Irpinia. Mentre in Veneto spopolano le mascherine che ritraggono Mussolini, la provincia di Avellino consacra l’immagine della secolare guida bolidigo-sbriduale come immagine di culto.

Le mascherine sarebbero del modello DC3, un nuovo formato di cui ancora non si conoscono esattamente le caratteristiche. Ma si conosce benissimo l’efficacia.

Sei edifici pubblici mai utilizzati a Nusco, ideali per turisti che scappano dal Covid. FOTO

Iniziamo questa carrellata di edifici pubblici di Nusco, completati e mai utilizzati, alcuni non sono più in buono stato. Qui il Covid non è mai arrivato, anzi, non ci è mai arrivato nessun essere umano.

Avallando le teorie di Franco Arminio, queste opere pubbliche abbandonate, dove non è mai entrato nessuno, sarebbero il luogo perfetto dove rifugiarsi, in quanto nemmeno il Covid ha potuto in alcun modo raggiungerle.

  1. Iniziamo con il teatro comunale. Inaugurato dal Grande G in persona. È stata quella l’ultima volta che è stato utilizzato, nel 2015.
Teatro Comunale

2. Al secondo posto il “pallone”. Non si è mai capito cosa fosse, una balena o un’imitazione del ponte di Calatrava.

Lu pallonu polifunzionale

3. Al terzo posto la palestra delle scuole medie e del Liceo Classico. Un vero e proprio rifugio antiatomico.

Palestra bunker

4. Al quarto posto “quiru cosu” dentro al Parco Castello. Non si sa che cosa sia.

quiru cosu

5. Al quinto posto l’ex convento delle suore stigmatine. Completamente rinnovato con vista sul mare dei Vallicielli e completamente abbandonato.

Lu convento comunale

6. Al sesto posto, in Via Piano, questo bellissimo palazzo-caserma, mai utilizzato.

palazzo-caserma

Foto di S.D.P.

Il Ministro Speranza tranquillizza l’Irpinia: “Per San Ciriaco si può uscire”.

Niente paura, domani, 4 maggio, si potrà uscire tranquillamente per festeggiare San Ciriaco. Si potrà andare a far visita alla sacra villa ma anche festeggiare in piazza. Via libera anche ai fuochi d’artificio e alle processioni.

“È la nuova normalità” è il commento del Ministro della Salute, “Da domani, in onore di San Ciriaco, ci affidiamo alla vostra responsabilità”. Sono previsti grossi assembramenti sull’Ofantina in prossimità dell’uscita Nusco e lunghe code in Via Piano.

Clamoroso dietro front di De Luca: “Via libera ai cinghialoni irpini”.

Una buona notizia per tutti i cinghialoni e irpini podolici in massa che da dopo domani potranno affollare le vie dei borghi irpini come un tempo.

Si allentano, infatti, le misure restrittive in Campania in vista della Fase 2. Il presidente Vincenzo  De Luca ha firmato oggi l’ordinanza n. 39 che recepisce in particolare le problematiche denunciate dal comparto della ristorazione, modificando una precedente ordinanza del 22 aprile sul food delivery.

VIA LIBERA anche alle attività sportive all’aperto per cinghialoni podalici irpini, ambito dove De Luca era stato tra i governatori più inflessibili. Dal 27 aprile al 3 maggio, “fermo restando il divieto di svolgere attività ludica o ricreativa all’aperto”, è infatti consentito “ai cinghialoni e agli irpini podalici tutti, l’ attività motoria all’aperto, ove compatibile con l’uso obbligatorio della mascherinain prossimità della propria abitazione, e comunque con obbligo di distanziamento di almeno due metri da ogni altra persona”. Il via libera è valido in due fasce orarie: dalle 6,30 alle 8,30 e dalle 19 alle 22.

La NASA: “Stasera un asteroide sfiorerà il campanile di Bisaccia”. Me nessun pericolo.

Occhi puntati al cielo. Un grosso ASTEROIDE grande come il Monte Bianco sfiorerà l’Irpinia proprio stasera. Precisamente sorvolerà il campanile di Bisaccia, secondo gli esperti. Il sasso spaziale si chiama 1998 OR2 e ha un diametro compreso tra 2 e 4 km. Cerchiamo di saperne di più su questo evento.

Esistono tantissimi asteroidi in grado di colpire o sfiorare teoricamente il nostro Pianeta nel loro futuro e con diametri persino superiori al 1998 OR2. Asteroidi di queste dimensioni, se dovessero impattare sulla Terra, sono in grado di causare effetti su scala globale, tali da essere avvertiti in qualsiasi parte del mondo. Nonostante possa sembrare difficile che corpi celesti così piccoli siano tanto pericolosi, per comprenderlo basterebbe pensare che l’energia in gioco è devastante e dipende essenzialmente dalla velocità d’impatto.

Per nostra fortuna, la NASA ha riferito che il corpo celeste in questione passerà ben distante dal nostro Pianeta, a una distanza che è pari a 16 volte di quella che c’è tra la Terra e la Luna (circa 6,3 milioni di chilometri).
Stasera quindi il nostro piccolo-grande sasso spaziale lo si potrà osservare con un piccolo telescopio nella costellazione dell’Hydra, per cui molto basso sull’orizzonte. L’appuntamento per gli amanti delle meraviglie dell’Universo inizierà alle 21 per concludersi alle prime ore di giovedì 30 aprile.