A Cassano Irpino blocchi di cemento per chiudere il paese.

Lascia un commento

Il sindaco di Cassano Irpino, Salvatore Vecchia, avrebbe dato l’ordinanza di chiudere la strada che porta verso Via Longa con dei blocchi di cemento. Il nostro inviato ha scattato questa foto che ci ha lasciati increduli. E’ vero che la lega è per la chiusura delle frontiere e per i muri, ma metterli a Cassano […]

Leggi tutto...

Montella, l’autodichiarazione podolica che sta diventando virale.

Lascia un commento

MONTELLA – Il nostro inviato ci ha fornito questo preziosissimo documento che testimonia l’attività incessante degli irpini nonostante i tempi duri. L’autodichiarazione sarebbe stata scritta a Montella, rispetto massimo visto che spesso, in città, la gente sta andando in giro per fare semplicemente quattro passi con il cane.

Leggi tutto...

Ecco come costruirvi una mascherina in due semplici mosse.

Lascia un commento

Sicuramente avrete a casa qualche cinquino di vino. Innanzitutto vi consigliamo di bere i cinque litri, dopo di che dovrete prendere un putaturo, che sicuramente avrete in casa e dividere a metà il contenitore vuoto. Infine, incastrate metà del contenitore sulla vostra faccia e il gioco è fatto.

Leggi tutto...

Divieto di giocare a carte, il Grande G: “Lu tresseddu è sacro”. Nusco verso la deroga.

Lascia un commento

E’ successo già a Valle Telesina e il provvedimento stava per colpire anche l’Irpinia. L’attesa stava generando panico, il vero panico, quello che va ben oltre il corona virus e tocca le corde più profonde dell’irpino. Doveva intervenire il Grande G per scongiurare questa ipotesi e con ogni probabilità ci sarà una deroga ad hoc […]

Leggi tutto...

Il caso a Bologna: il cane si rifiuta di uscire e il padrone lo costringe a cazzo.

Lascia un commento

Ha dell’incredibile ciò che è accaduto a Bologna questa mattina: un padrone di razza adulta avrebbe costretto il cane a non rispettare l’invito governativo di stare in casa, causa corona virus. Il cane, infatti, di piccola taglia ma ben addestrato, era ben consapevole dei rischi e della bontà della scelta di non uscire così a […]

Leggi tutto...

“Le novelle della quarantena”, un racconto al giorno per chi si è chiuso in casa. Giorno 2: “All’Osteria fuori dal mondo”.

Lascia un commento

Giorno 2, dedicato ai piacere del bere. Un racconto scritto da Luigi Capone ed interpretato da Francesco Prudente e dal maestro Luigi Bellino al piano. (Immagine in evidenza: “Soir blue” di Edward Hopper, 1914) “ All’Osteria fuori dal mondo Ogni respiro, ogni alito, ogni movimento d’aria erano ormai diventati un’ossessione per il povero Marco, impiegato […]

Leggi tutto...

“Le novelle della quarantena”: un racconto breve al giorno per chi si è chiuso in casa. Giorno 1: “L’isola”.

Lascia un commento

Da oggi in poi pubblicheremo una novella al giorno per quattordici giorni (il periodo di incubazione del corona virus), esclusi imprevisti. Le novelle sono scritte da Luigi Capone e sono recitate da Francesco Prudente. Ciascuna di esse rimanda alla bestialità che può venir fuori in mancanza di leggi, quando l’uomo ha paura. Non serviranno solo […]

Leggi tutto...

Conte: “I bar chiuderanno alle 18.00”. Rivalutato il Patrone e sotta mattutino.

Lascia un commento

CORONA VIRUS – L’Irpino non demorde e si adatta alle nuove disposizioni governative. Lo afferma un sondaggio che abbiamo realizzato appositamente in diretta durante il discorso del Presidente del Consiglio su Ministri di stasera. Il 78% afferma di essere disposto a giocare a patron’ e sotto anche di mattina, il 20% dice di essere disposta […]

Leggi tutto...

L’apericena non si ferma facilmente. E’ come il virus.

Lascia un commento

BOLOGNA, ORE 16:00 – Al supermercato e ovunque si rispettano i due metri di distanza e le dovute precauzioni ma un anziano con tanto di mascherina (chissà dove l’avrà recuperata), in coda alla cassa, prende a sbraitare contro la cassiera: “Son questi comunisti di merda qui che ci han ridotto così, glielo dico io, soccia!”. […]

Leggi tutto...

In Irpinia sembra Natale, il ritorno dei giovani in massa dal nord

Lascia un commento

La paura di morire in terra straniera, cioè in Pianura Padana, e il rischio di essere contagiati dal Corona Virus è bastato per ripopolare il sud interno. I paesi desolati e moribondi dell’Alta Irpinia rivivono, i bar e i corsi sono pieni, di sera si esce, si organizzano cene. Ma chi sono? Sono i giovani […]

Leggi tutto...