Lo psichiatra a Milano gli dice: “Lei non ha niente che non va. Il suo problema è quello di essere nato in Irpinia”. Insorgono i meridionalisti.

Ecco. Finalmente siamo venuti al sodo. Dopo anni di depressione, infelicità, discorsi con deficienti che non riescono nemmeno a leggere un articolo ma si limitano soltanto ai titoli e pensano di sapere tutto e di aver capito ogni cosa della vita soltanto perché riescono a campare con due Peroni al giorno e zappandosi il proprio orticello, il nostro C.P. ha trovato la risposta definitiva dal noto psichiatra Milanese M.R.

La risposta non poteva che essere questa. L’Irpinia è la malattia mentale. E’ il disagio dell’Irpinia. “Si dimentichi dell’Irpinia e vivrà meglio”, insorgono i meridionalisti.

Entro il 2030 tutti gli irpini si saranno trasferiti al nord. Luigi Di Maio: “Abbiamo abolito l’infelicità”.

Finalmente il progetto dei 5 stelle si è realizzato. Abolite infelicità, disoccupazione, disagio psicologico e infelicità. Tutti a nel grande Norde, Milano Terra Promessa dell’irpino. Il Dott. Domenico Scannapieco ha infatti trovato delle origini padane al popolo irpino che starebbe quindi tornando finalmente a casa: a Milano. Ma anche Bologna dimostra di essere meta di pellegrinaggio, seguono Torino e Firenze, poi tutte le altre città da Roma in su.

Il miracolo italiano di Berlusconi l’ha compiuto Giggino Di Maio da Pomigliano D’Arco, nato ad Avellino per sbaglio, senza nessuna competenza, senza nessun titolo e senza aver mai lavorato. Un vero miracolo. Alla faccia dei professoroni di sinistra che hanno perso tempo sui libri e a lavorare come dei fessi.

“Gigione e Jo Donatello non canteranno più insieme”. La disperazione dell’Appennino meridionale.

Stamattina la voce della tragica notizia serpeggiava sulla rete ma non volevamo crederci. Il nostro inviato da Boscoreale, Salvatore Quagliarella, ha confermato. Il mitico duo, padre e figlio, composto dall’inventore della musica moderna, sua maestà Gigione e dal suo erede Jo “The King” Donatello, si è sciolto.

Ora inizieranno a commentare tutti la notizia e a spiegarne le motivazioni ma la verità è che ancora non siamo venuti a sapere cosa c’è dietro, in realtà. Quando si sciolsero i Beatles la situazione era più chiara. Speriamo soltanto in un ritorno del figliol prodigo Jo, come Jack Frusciante nei Red Hot Chili Peppers. Se la notizia verrà confermata da Gigione stesso, l’Irpinia da domani non sarà più la stessa.

Salvini ad Ariano per un errore di interpretazione: “Pensavo fosse Ariano Alpino”.

Lo conferma anche l’Ansia. Il leader podolico padano avrebbe organizzato un comizio nella ridente cittadina irpina soltanto per un errore di interpretazione: “Pensavo che fossero davvero ariani, invece è solo il nome del paese, pensavo anche che fossero alpini in provincia di Bolzano invece sono in provincia di Avellino”.

Un tragico errore per il Capitano, dunque, ma la campagna elettorale è appena agli inizi.

Emigrazione: nove irpini su dieci abitano a Milano.

Il 90% dei residenti in Irpinia abita a Milano e provincia: lo sostiene l’Associazione “Irpinia come la Lombardia” che quest’anno ha raggiunto il milione di iscritti.

“Milano è la nuova Avellino”, ci spiega il Presidente dell’Associazione, “qui tutto è possibile, è il paese dei balocchi e il paradiso terrestre”.

Governo lancia un piano di aiuti per l’Irpinia ma la foto è del Kirghizistan

Il governo italiano con sede a Milano, avrebbe deciso di distribuire dei fondi per le desolate lande irpine ma, non riuscendo a capire dove si trovasse l’Irpinia, ha incredibilmente iniziato a foraggiare lo stato dell’Asia Centrale del Kirghizistan. I kirghizi ringraziano, gli irpini un po’ meno.

Salvini: “Mangio solo caciocavallo padano DOP”. La replica del sindaco Festa: “Chieda scusa agli avellinesi”.

La notizia è trapelata stamattina durante un convegno della Lega Nord per l’Indipendenza della Padania e per l’annessione all’Austria a Vipiteno, in provincia di Bolzano. La risposta del sindaco Festa non si è fatta attendere e, come ormai d’abitudine, ha chiesto al leader padano di chiedere scusa al popolo avellinese.

Attendiamo sviluppi.

Juventus, Sarri: “Mi vogliono l’Aston Villamaina e la Dinamo Monteverde”.

Il tecnico della Jucventus in conferenza stampa, a microfoni spenti, si sarebbe lasciato scappare dei dettagli sul suo futuro come allenatore. Dopo l’ennesima partitaccia con in bianconeri il tecnico toscano starebbe valutando seriamente le offerte proveniente dall’Alta Irpinia: “Mi vogliono a Villamaina e a Monteverde, ci sto pensando”.

In Irpinia è già festa e i social sono impazziti. Sperando che non sia una bufala,

La sardina Mattia Santori: “Proponiamo un Erasmus tra Avellino e Nusco”.

La proposta sta facendo discutere la rete da diverse ore. L’intenzione delle sardine sarebbe quella di evitare che gli avellinesi credano alle fake news inventate in Alta Irpinia ma anche l’emigrazione dei giovani al nord facendoli emigrare da Lacedonia ad Avellino e viceversa.

Un altro effetto positivo sarebbe quello di unire finalmente l’Irpinia, divisa da sempre tra avellinese e alta irpinia. Una proposta di pace, dunque e di unione. Ma le sardine avellinesi rilanciano: “noi vogliamo andare in Erasmus a Napoli”. Vedremo come andrà a finire.

Diodato ha suonato a Nusco la scorsa estate e ne ho le prove.

Pochi sanno che Diodato, il vincitore del Festival di Sanremo, la scorsa estate ha suonato nel centro storico di Nusco, ospite del B&B Donna Chiara. E’ stato un vero e proprio secret event, praticamente ne erano al corrente in pochi ma, oggi, dopo che tutta l’Italia ha conosciuto questo artista, gli irpini non ci crederanno. Provate a chiedere a quelli che vi hanno assistito. Il sottoscritto non ci è andato soltanto perché Diodato gli fa altamente cagare.