“La caseina del caciocavallo impiccato agirebbe nell’aria immobilizzando il virus”. Ecco la verità.

Circola da stamattina sul web la notizia che il caciocavallo podolico impiccato irpino agirebbe sulle molecole di ossigeno presenti nell’aria in modo tale da “immobilizzare” il virus e renderlo innocuo. La ricerca sarebbe stata effettuata dal CERN di Ginevra. Il tutto è stato però smentito in mattinata: la notizia, infatti, proverrebbe da un utente ignoto che si sarebbe divertito a diffondere la burla.

Ciononostante, pare che più di un sindaco irpino, continui a sperare nella cura casearia.

Lascia un commento