cover

“Allegri che tra poco si muore”, un libro paranoico e irpino indirizzato a chi se n’è andato

Oggi mi sono sentito bene per quasi due secondi di fila.

Un chioschetto notturno abitato da ombre, la difficoltà a distinguere l’allucinazione dalla realtà, la precarietà totale di un’esistenza alla deriva, flashback e sensazioni di un moribondo che elabora un lungo testamento. Allegri che tra poco si muore è un romanzo che parla di una generazione e a una generazione. Quella dei nativi digitali, dei precari, degli emotivamente instabili, degli eterni adolescenti divenuti trentenni appassiti. È un’opera che parla di profondo Nord e di profondo Sud, dell’Italia e del mondo, in una teoria di personaggi e scene di genere che si susseguono come irrisolte comparse oniriche. Sono pagine sciolte di prosa spontanea, lasse narrative che danzano intorno a un nucleo, quello dell’amore per una ragazza e – perché no – del senso della vita. La cornice è quella di mille e più bar, che come piccoli limbi di penitenza disegnano situazioni grottesche. Amaro, intensamente depressivo, sconsolato e sconsolante, questo è però anche – inevitabilmente – un libro divertente, di una desolazione catartica che trova nella comicità il suo destino inesorabile.
Dalle solitudini irpine alla vuota vastità degli hinterland padani, si leva una voce narrativa arguta e dolente, che scrive un nuovo capitolo in quel grande e incompiuto libro ideale che è la letteratura dei relitti, degli emarginati, degli sradicati. Di coloro che, per usare la tragica autoironia di Tondelli, si ritrovano periodicamente afflitti dai disturbi dubitativi della decadenza.

LIBRO IN VENDITA AI SEGUENTI LINK:

CASA EDITRICE: https://www.artestampaedizioni.it/prodotto/allegri-che-tra-poco-si-muore/

IBS: https://www.ibs.it/allegri-che-tra-poco-si-libro-luigi-capone/e/9788864625935?inventoryId=111323145

AMAZON: https://www.amazon.it/Allegri-che-tra-poco-muore/dp/8864625933/ref=sr_1_1?ie=UTF8&qid=1529529032&sr=8-1&keywords=allegri+che+tra+poco+si+muore

gigione4

GIGIONE BATTE ANCHE I COLDPLAY (VIDEO E FOTO)

Nella serata di ieri il noto artista di Boscoreale (NA), detto anche “il Bob Dylan dell’entroterra irpino”, si è esibito in concerto con i Coldplay ad Avellino, nella splendida cornice del cantiere bloccato sui ruderi di Piazza Castello.

gigione_edited

Non c’è stata storia: il gruppo pop britannico per ragazzini smidollati non ha retto all’onda travolgente di brani come Giovanna minigonna, ‘A campagnola, Te piace ‘o gelatino, l’inossidabile Trapanarella e l’irresistibile ‘O ballo r’o cavallo. La folla in delirio avrebbe snobbato la band inglese mettendosi in coda invece per avere un autografo di Luigi Ciaravola, 69 anni portati alla grande. Coldplay battuti e umiliati. Se ne tornino in Inghilterra. Trionfo per Gigione che vede un SOLD OUT anche stasera a San Michele di Serino, da non perdere. Lo aspettiamo stasera da solo (e chi se ne frega dei Coldplay) a San Michele di Serino per un’altra serata storica.

coldplaygigione GigioneAmici

Il 12 marzo 2017 sarà di nuovo sul palco insieme ai Coldplay a Casalnuovo di Napoli per dare l’ennesima lezione di musica ai bimbiminkia senza carisma che ascoltano pop moscio inglese. “Coldplay are for boys, Gigione is for men” come si leggeva sopra ad uno striscione ad Avellino.

Il mito di Gigione, con il quale siamo cresciuti oltre ad averci regalato ricordi indimenticabili, alla fine della serata ci ha anche concesso un meraviglioso video per salutare i fan di Irpinia Paranoica, che vi proponiamo qui sotto. Per fortuna esistono ancora artisti del genere. Stasera è d’obbligo andare a San Michele di Serino, saremo tempestivi sugli aggiornamenti.